P!nkinside - 'Cause we are all P!nkinside: #111 Lady M

7 settembre 2008

#111 Lady M

Ieri sera sono andato in un posto dove con sessantamila persone compresse come sardine, siamo andati a trovare tutti insieme in uno stadio un'allegra signora sulla cinquantina che, nonostante la sua età, ci ha intrattenuto tutti e sessantamila per due ore con uno show abbastanza colossale e mastodontico. Ha fatto tantissime cose questa vecchietta per la gioia dei nostri occhi: ha bevuto due shottini; per un pò ha trasformato tutto in una festa gitana-spagnoleggiante; ha fatto la lap-dance; ha dedicato "Like a virgin" al Papa; si è messa a saltare la corda; ha maltrattato le ballerine che indossavano i suoi look del passato sulle note di "She's not me"; ha fatto la sua solita cosa simbolica-politica-savetheplanet con immagini di Obama, Gandhi, Kennedy, Hitler, McCain,...; ha fatto talmente tante cose che nn mi riesce ad elencarle. Poi vabbè, per il gran finale tutto è diventato un mega rave con gente saltellante che festeggiava e cantava impazzita. Sì, devo dire che è abbastanza mitica come donna.
L'unica cosa: l'ho vista triste, come se stesse facendo tutto meccanicamente. Non come se fosse un'automa che non mi trasmette emozioni, solo che si vedeva che era stanca e magari ormai questa vita gli sta stretta. Cosa anche comprensibile visto che ogni sera si ritrova ad essere il fulcro di uno stadio pieno zeppo e dover intrattenere così tanta gente, eppure non si arrende e va avanti a sfornare dischi e a fare tour mondiali. Beata lei.



1 commento:

Fabietto ha detto...

Bella la nostra innocente vecchietta che nonostante tutto ha passato quasi due ore a dare a tutti una lezione di cosa vuol dire fare fitness. Da balletti sfrenati a corse per il palco, da salti con la corda ad evoluzioni sui pali, da piegamenti contorsionistici a seducenti passeggiate a gattoni verso gli astanti.

Un po' noioso perchè troppo ripetuto il tentativo di mostrare la propria genuinità con diverse chitarre in mano senza alcun credibile collegamento audio.

Incredibile ed ammirevole l'intonazione e la capacità canora anche in momenti di completa esibizione a capella.

Infine posso dire che per essere stato il mio primo concerto mi aspettavo tanto di più ma non ho alcun metro di paragone quindi dev'esser stato sicuramente colossale come dice Pink. Lei però non la conosciamo veramente così stanca e robotica ma forse tutto ciò non è dipeso dalla sua età ma probabilmente da altre situazioni e stati della sua vita attuale.

Sappiamo che ha mangiato dietro l'hard rock cafè di via Veneto, all'Eden, ieri sera sul tardi.