P!nkinside - 'Cause we are all P!nkinside: #1 Ecco un altro blog del cazzo

18 settembre 2007

#1 Ecco un altro blog del cazzo

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Ecco il primo post di merda in un altro blog del cazzo. Già ne nasce uno al secondo di blog, ora pure io mi ci dovevo mettere a contribuire alle minchiate scritte in rete? Sì, mi ci dovevo mettere pure io.
La maggior parte delle persone, se così si possono chiamare, usa i blog per scrivere se oggi si sono baciati/e o meno con il/la più gnocco/a della scuola, se oggi Ludmilla ha aperto le gambe e gliel’ha data, se oggi si sono sciolti i Blue (sciolti nel senso liquefatti), o se oggi si sono raddensate le Spice Girls. La cosa più bella è che queste “persone” scrivono queste cose nella convinzione che tutto il mondo stia lì a leggere i cazzi loro, quando tutto il mondo della loro esistenza non sa niente e ha molto di meglio da fare (tipo vedere cosa combina Britney Spears all’esibizione dei VMA2007).
Cose più fastidiose ancora? Scene del tipo: “No basta con te non ci parlo più, sul tuo blog hai scritto che sono una cofana…” (uscito da bocche di personediciamoadulte) “Ma hai visto cosa ha scritto sul suo blog? Per me può anche morire…” “Oh mio dio, sì! Mi ha citato nel suo blog!”. I blog sono una specie di grande-grande fratello autoinflitto.
Va bene: sono dei diari resi pubblici. Ma io dico: CHISSENESTRAFOTTE? Viviamo in un mondo in cui devi stare attento a come ti comporti o rimani ucciso in metropolitana con un ombrello in un occhio. Viviamo in un mondo in cui la canzone più cool dell’estate non fa che ripetere umbrella, ella, ella, eh, eh. Viviamo in un mondo dove in certe nazioni se dai un bacio a una persona del tuo stesso sesso rischi la pena di morte. Viviamo in un mondo in cui bisogna vestirsi da poveracci per essere fichi. Viviamo in un mondo in cui il rosa è il colore delle femminucce e il blu dei maschietti. Viviamo in un mondo in cui Dio dice “crescete e moltiplicatevi” e la chiesa impone digiuno e castità (quando poi certi preti sono tutto tranne che casti). Viviamo in un mondo in cui c’è gente che vede in un certo Silvio il nuovo messia (delle minchiate, aggiungerei). Viviamo in un mondo in cui le tasse non si pagano. Viviamo in un mondo in cui il film italiano che ha raggiunto più incassi di recente è “Tre metri sopra il cielo” & derivati. Viviamo in un mondo in cui è più importante prendersi cura del proprio avatar su second life che curare la propria vita, quella vera, e i propri affetti, quelli veri. Viviamo in un mondo in cui c’è gente che muore dietro l’angolo e noi non sappiamo neanche perché. Viviamo in un mondo abbastanza di merda… ma è molto più importante sapere se Ludmilla ha aperto le gambe o se lo gnocco della scuola ci stava o meno.
Sono troppo ottimista se dico di credere ancora nel potere delle idee?
“Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un'idea e le idee sono a prova di proiettile.”
See you next week... maybe...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

a marco vatte a fa na pippa va...che angoscia fio, sei quasi piu angosciato di me,mamma...
ahahah che bel blog!giustappunto si.Ti saluta anche il mio amico rupert.
"Il segno qui l'ho lasciato io...
grazie grazie, chiamami pure dio"
- Mangu-

janis ha detto...

bello de casa... me sei proprio piaciuto all' apertura del tuo fikissimo blog..continua a scrivere ke sono gia' curiosa del prossimo post e poi tra i video come ad es quello della nostra bjork,e le bio degli artisti ke ce piacciono de +, te sei proprio superato teso'...un bacione dalla tua lellona

simona ha detto...

lunga vita al tuo blog lunga vita al potere delle idee. quelle intelligenti però.
meno parolacce, anche se oggi sono sdoganate da grillo.

simona ha detto...

lunga vita al tuo blog lunga vita al potere delle idee. quelle intelligenti però.
meno parolacce, anche se oggi sono sdoganate da grillo.